La Torre della Rosa d'Argento

ddd. devil & daimon 's dream
Oggi è 26/09/2020 - 00:46

Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]



Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Trapianti, proposta shock
MessaggioInviato: 16/05/2014 - 00:45 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 20/12/2008 - 07:01
Messaggi: 16350
Località: La Città Eterna
Trapianti, proposta shock del Nobel Becker: "Mercato legale dei reni contro liste d'attesa"
La provocazione dell'economista per far aumentare il numero di organi disponibili e per contrastare il mercato illegale che sfrutta la miseria. D'Avack (Cnb): "Eticamente inaccettabile". Costa (Cnt): donazione deve'essere libera e gratuita



Rendere legale il mercato degli organi; in particolare dei reni. Una proposta shock destinata a far discutere. Se, poi, ad avanzarla non è un medico né uno scienziato, ma un'economista premio Nobel, la polemica è scontata. "L'unico modo per aumentare la disponibilità di reni per i trapianti è permettere alle persone interessate di vendere un proprio rene, in un vero e proprio mercato, con prezzi fissati dall'autorità pubblica": è quanto sostiene Gary Becker, premio Nobel proprio per aver dimostrato come le leggi del mercato si applichino anche ad altri campi della vita quotidiana (medicina compresa), in un articolo apparso sul Wall Street Journal.

Il sistema, scrive Becker in un editoriale firmato assieme al collega argentino Julio Elias, sarebbe applicabile anche ad altri tipi di trapianti, con pagamenti anche a chi acconsente a farsi espiantare gli organi dopo la morte.

L'articolo parte dalla considerazione che negli Usa la lista di attesa per i trapianti dura 4/5 anni, il doppio rispetto ad appena dieci anni fa, e che le politiche per incentivare i trapianti da consanguinei o i cosiddetti 'trapianti domino', con lo scambio di organi tra membri di famiglie diverse compatibili, non riescono a ridurre le attese e i costi connessi. "Nessuno dei metodi in uso oggi è in grado di eliminare la carenza di reni - scrivono gli autori - mentre invece pagare i donatori per i loro organi ci riuscirebbe". Un'analisi che fissa anche un ipotetico prezzo: con circa 15mila dollari (più o meno 11mila euro) il numero di organi disponibili crescerebbe molto senza incidere eccessivamente sul costo del trapianto.

Un identico ragionamento potrebbe essere fatto per gli altri organi. "La presunta immoralità di un mercato degli organi - afferma Becker - andrebbe confrontata con la possibilità di evitare la morte dei pazienti in lista d'attesa".

Ma, come prevedibile, la proposta ha scatenato una serie di reazioni decisamente avverse. In Italia, ad esempio, il vicepresidente del Comitato nazionale di bioetica (Cnb), Lorenzo D'Avack, interpellato dall'Ansa, definisce "eticamente inaccettabile" lo scenario prefigurato da Becker. "Ciò implicherebbe - sostiene D'Avack - lo sfruttamento delle categorie più deboli a vantaggio di quelle più forti. Non sarà mai, infatti, la persona ricca a decidere di vendere un rene bensì a farlo sarà sempre la persona povera, spinta da necessità".

D'Avack ammette che l'apertura del mercato effettivamente contribuirebbe a ridurre le liste d'attesa, ma il solo pensarlo è assurdo: "La società - sottolinea - deve pagare un prezzo se vuole rimanere nel rispetto di alcuni principi etici; se così non fosse, di fronte alla prospettiva di poter migliorare una situazione, qualunque cosa potrebbe essere ammessa". Al contrario, sottolinea, "viviamo in una società in cui la quasi totalità dei Paesi ritiene che il corpo sia fuori dalle pratiche di commercio".

La proposta di Becker, però, avrebbe il pregio di rendere 'trasparente' una pratica che nella realtà esiste già ed è sempre più diffusa nella più totale illegalità. Secondo una recente stima dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), infatti, almeno il 10% di tutti i trapianti di rene a livello mondiale sarebbe frutto di un traffico illegale che, nella migliore delle ipotesi, sfrutta la miseria e la disperazione dei 'donatori'.

E' in Asia e Sud America, secondo gli esperti, che il fenomeno del traffico di organi raggiunge i livelli più preoccupanti, mentre sta crescendo sempre più la rilevanza della Rete come piazza del business: da un'analisi recente fatta sul social network Orkut, ad esempio, è emerso come vi fossero almeno 35 comunità virtuali che ospitavano annunci di ricerca o vendita di un rene. I gestori di Orkut, all'epoca della ricerca, precisarono di aver cambiato le regole e cancellato quelle microcomunità dove esplicitamente si poteva verificare la vendita di organi.

Anche Nanni Costa, presidente del Centro nazionale trapianti, boccia comunque la provocazione di Becker: "Da noi il principio è totalmente diverso - sottolinea - . Per noi la donazione degli organi deve essere un atto 'libero e gratuito'. Una parte del corpo umano non andrebbe mai venduta, non solo per i principi cristiani, ma per qualunque etica. Inoltre, dal punto di vista della sicurezza un mercato del genere sarebbe pericolosissimo, perché chi vende lo fa sempre per necessità, e questa porta a nascondere eventuali problemi di salute".

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Trapianti, proposta shock
MessaggioInviato: 06/07/2014 - 16:23 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 15/12/2009 - 00:41
Messaggi: 1015
Finchè parliamo di reni prelevati a persone morte, ok.
No in ogni altro caso.
Occorre, per legge, rendere disponibili tutti gli organi delle persone morte, a prescindere dalla loro volontà e da quella dei parenti.
Inoltre, per reperire fondi, porre un limite di 5 mila euro a pensioni e stipendi di tutti i manager, pubblici e privati, per usare poi questi fondi ai fini di ricerca medica.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)