La Torre della Rosa d'Argento

ddd. devil & daimon 's dream
Oggi è 28/09/2020 - 05:44

Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]



Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 71 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/12/2007 - 13:54 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 20:43
Messaggi: 17777
Cotolette alla sarda
Ingredienti per 6 persone:
- 6 costolette di maiale (bistecche)
- un pugno di farina di semola di grano duro
- una cipolla piccola
- una costina di sedano
- 1 spicchio d'aglio
- un ciuffo di prezzemolo
- 1 bicchiere di vino bianco
- mezzo bicchiere di olio extravergine
- sale e pepe q.b.
Preparazione:
in una padella dai bordi alti far soffriggere l'olio con la cipolla ed il sedano tritati. Appena le verdure sono imbiondite, levarle dal fuoco e mettervi le costolette già infarinate. Lasciarle rosolare e insaporite con sale e pepe. Appena è avvenuta la doratura della carne, versatevi sopra il vino bianco, lasciar bollire lentamente e far evaporare il liquido. Coprire la padella col coperchio e proseguire la cottura per circa 15 minuti, a fuoco regolare, con gli odori. Qualche minuto prima di servire a tavola, aggiungere un battuto di aglio e prezzemolo, mescolare gli ingredienti e servire le costolette in salsa.

_________________
Immagine

Σ'αγαπο

- disse -


(...Amore mio, Amore mio, Amore mio...)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/12/2007 - 13:54 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 20:43
Messaggi: 17777
Stufato di zucchine alla sarda
Ingredienti per 4 persone:
- 1 kg di zucchine
- 2 cipolle
- 1 ciuffo di prezzemolo
- 2 dl di olio extravergine di oliva
- 2 pomodori ben maturi
- 10 foglie di basilico
- 1 grossa fetta di formaggio fresco
- sale
Preparazione:
Mettere in un recipiente le zucchine tagliate a fettine insieme all'olio, le cipolle tagliate sottilmente, il prezzemolo, il basilico e i pomodori tagliati a pezzetti.
Salare e mettere a cuocere coperto senza aggiunta d'acqua.
Rimestare ogni tanto e a cottura ultimata aggiungere, a pezzetti, il formaggio fresco.

_________________
Immagine

Σ'αγαπο

- disse -


(...Amore mio, Amore mio, Amore mio...)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/12/2007 - 13:55 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 20:43
Messaggi: 17777
Miciuratu (yogurt fatto in casa)
Ingredienti:
- 1 litro di latte intero
- 2 vasetti di yogurt intero
Preparazione:
Scaldare il latte a 35 gradi (immergete il dito mignolo finchè resistete) e versarlo in una terrina.
Quando é tiepido prendete i vasetti, scioglieteli in mezzo bicchiere di latte tiepido e uniteli al latte che avete preparato nella terrina, mescolandolo bene.
Coprite con un piatto e avvolgete tutto con un panno di lana, perché la temperatura si mantenga costante.
Tenete in ambiente tiepido per 8 ore circa.
Una volta freddo è pronto da consumare.

_________________
Immagine

Σ'αγαπο

- disse -


(...Amore mio, Amore mio, Amore mio...)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/12/2007 - 13:55 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 20:43
Messaggi: 17777
daimon ha scritto:
Ti ricordo Malloreddu e pane Carasau, il maialino in fossa, etc... :wink:


cercherò di non far mancare nulla... :wink:

_________________
Immagine

Σ'αγαπο

- disse -


(...Amore mio, Amore mio, Amore mio...)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/12/2007 - 13:56 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 20:43
Messaggi: 17777
Pane Guttiau
Ingredienti:
- 3 o 4 fogli di pane carasau (carta da musica)
- 3 cucchiai d'olio vergine d'oliva
- rosmarino e timo
- 1 cucchiaino di sale
Preparazione:
Ungere con l'olio i fogli di carta da musica. Condire con sale, rosmarino e timo e far scaldare in forno (ben caldo) per pochi minuti. Servire come antipasto accompagnato da un bel piatto di salumi misti sardi.

_________________
Immagine

Σ'αγαπο

- disse -


(...Amore mio, Amore mio, Amore mio...)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/12/2007 - 13:57 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 20:43
Messaggi: 17777
Papassini (li ho già messi tra i dolci di natale, perchè sono tipici di questo periodo in Sardegna.. ma li inserisco ancjhe qui per completezza... e anzi questa ricetta qui è molto più dettagliata... meno "continentale".. :D )


Ingredienti:
- 300 g di farina
- 150 gr di zucchero
- 150 gr
- 3 rossi d'uovo
- 2 buste di lievito
- 100 gr di mandorle
- 100 gr di uva passa
- 100 gr di noci
- 1 limone
Ingredienti per la glassa:
- 150 gr di zucchero a velo
- diavolini
Preparazione:
Impastare la farina con lo zucchero, le uova, lo strutto e il lievito. Unire le mandorle precedentemente sbucciate e tagliate in scaglie, l'uva passa e le noci. L'impasto dovra' risultare solido. Spianarlo lasciando uno spessore di un centimetro, ritagliare la pasta in tanti piccoli rombi e cuocere a forno caldo 180° per circa 25 minuti. A questo punto preparare la glassa facendo sciogliere a fuoco bassissimo lo zucchero con poca acqua. Coprire con questa un lato dei papassini, lasciar cristallizzare, decorare con i diavolini e lasciare raffreddare.

_________________
Immagine

Σ'αγαπο

- disse -


(...Amore mio, Amore mio, Amore mio...)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/12/2007 - 13:59 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 20:43
Messaggi: 17777
Uh, che buoni questi:

Tiliccas di miele (Cuccjuleddi)


Ingredienti per la pasta:
- 500 gr di farina
- 100 gr di strutto
- acqua e sale
Ingredienti per il ripieno:
- 500 gr di miele
- 600 gr di mandorle pelate
- 150 gr di semola
- diavolini
- la scorza di un'arancia
Preparazione:
Impastare la farina con poca acqua e lo strutto. Stenderla in una sfoglia sottile e ritagliare tanti rettangoli lunghi 10 cm e larghi 3 cm. Preparare il ripieno facendo bollire il miele con la semola e aggiungendo le mandorle pelate, tostate e tritate e la buccia d'arancia, completamente privata della parte bianca, tritata. Lasciare cuocere per quindici minuti mescolando in continuazione. Si deve ottenere un impasto molto consistente con il quale si creano dei rotolini della lunghezza di 8 cm. Poggiare ogni rotolino su un rettangolo di pasta e chiudere i bordi laterali lasciando la pasta leggermente socchiusa. Dare forme diverse (a spirale, a ferro di cavallo, a cerchio), disporre su una teglia leggermente unta e cuocere in forno a 150 gr per circa 15 minuti, finche' la pasta assume una leggera colorazione. Guarnire con i diavolini e servire a temperatura ambiente.

_________________
Immagine

Σ'αγαπο

- disse -


(...Amore mio, Amore mio, Amore mio...)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/12/2007 - 14:00 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 20:43
Messaggi: 17777
Ruioli (frittelle di formaggio)


Ingredienti:
- 1/2 kg di formaggio fresco
- 2 uova
- 2 cucchiai colmi di zucchero
- 2 cucchiai colmi di farina
- 1 limone
Preparazione:
Grattugiare il formaggio, aggiungere le uova e lo zucchero, la farina e la scorza di un limone. L'impasto dovrà essere molto consistente. Formare delle palline leggermente allungate, passarle nella semola fine e friggerli in olio molto caldo. Servire le frittelle cosparse di miele o zucchero.

_________________
Immagine

Σ'αγαπο

- disse -


(...Amore mio, Amore mio, Amore mio...)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/12/2007 - 14:01 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 15:17
Messaggi: 70426
Località: La Torre della Rosa d'Argento
Ofelia ha scritto:
daimon ha scritto:
Ti ricordo Malloreddu e pane Carasau, il maialino in fossa, etc... :wink:


cercherò di non far mancare nulla... :wink:



"IMPORTANTE", come quelli napoletano e siciliano... :)

_________________
Si vis amari, ama.

ImmagineImmagine®Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/12/2007 - 14:08 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 20:43
Messaggi: 17777
Malloreddu ( Ricetta base):

Ingredienti:
400 g. di semola di grano duro rimacinata
1 bustina di zafferano
2 pizzichi di sale
1 bicchiere d'acqua tiepida
Preparazione:
Disponete la semola a formare la classica fontana, sciogliete 2 pizzichi di sale in un bicchiere d'acqua tiepida, e la bustina di zafferano, versate l'acqua al centro della fontana; versatela poco a poco, e man man mano che l'impasto assorbe


Lavorate bene l'impasto, finchè diventi piuttosto compatto, sodo


Ricavate dalla massa dell'impasto una pallottola della grandezza di un pugno e con le mani fatela rotolare avanti e indietro perchè si allunghi fino a diventare un cordone di c.ca mezzo centimetro, tagliate il cordone in tocchetti di uno-due centimetri.


Posate ogni tocchetto su una superfice rigata, un crivello, o sul dorso della grattuggia, e con il pollice imprimetegli un veloce movimento rotatorio che lo faccia avvolgere su sè stesso Otterrete in questo modo il classico malloreddu, con la parteesterna rigata e la parte interna liscia e cava

Man mano che otterrete i malloreddus posateli su una tovaglia, tenendoli staccati l'uno all'altro.

Cuoceteli infine, come una qualsiasi pasta, in abbondante acqua salata, scolateli al dente



A questo punto vanno "conditi... magari con un sugo alla Campidanese:

Ingredienti Sugo alla Campidanese:

500 gr. di salsiccia suina fresca
Olio extravergine d'oliva
1 cipolla
1 spicchio d'aglio
1 busta zafferano
1 l.. di passata di pomodoro
300 gr. di pecorino grattugiato
Basilico
Sale quanto basta
Pepe


Preparazione:
Tritare finemente la cipolla e l'aglio- Fate soffriggre in olio e. d'oliva-
A doratura ultimata unite la salsiccia sgranata nell'olio extravergine d'oliva.
Fate cuocere dolcemenete la salsiccia (15 min.)


Aggiungere la passata di pomodoro e il sale e far cuocere a fuoco lento fino a quando il sugo si sarà un pò addensato. (1 ora)




10 min. prima aggiungete una bustina di zafferano, sciolta in poca acqua-
Nel frattempo far cuocere i malloreddus in abbondante acqua salata. Scolarli al dente, condirli con la salsa preparata,del pecorino grattugiato, e del basilico tritato fine. Fate mantecare in padella.


E servite caldissimi.......

_________________
Immagine

Σ'αγαπο

- disse -


(...Amore mio, Amore mio, Amore mio...)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/12/2007 - 14:11 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 20:43
Messaggi: 17777
daimon ha scritto:
Ofelia ha scritto:
daimon ha scritto:
Ti ricordo Malloreddu e pane Carasau, il maialino in fossa, etc... :wink:


cercherò di non far mancare nulla... :wink:



"IMPORTANTE", come quelli napoletano e siciliano... :)



:wink: ho visto... :wink:

_________________
Immagine

Σ'αγαπο

- disse -


(...Amore mio, Amore mio, Amore mio...)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/12/2007 - 14:14 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 15:17
Messaggi: 70426
Località: La Torre della Rosa d'Argento
Ofelia ha scritto:
daimon ha scritto:
Ofelia ha scritto:
daimon ha scritto:
Ti ricordo Malloreddu e pane Carasau, il maialino in fossa, etc... :wink:


cercherò di non far mancare nulla... :wink:



"IMPORTANTE", come quelli napoletano e siciliano... :)



:wink: ho visto... :wink:



...merita... :)

_________________
Si vis amari, ama.

ImmagineImmagine®Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/12/2007 - 14:14 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 20:43
Messaggi: 17777
il pane carasau

Il pane carasau è una sfoglia di pane sottile, fatta cuocere al forno due volte. Sostituisce perfettamente il pane fresco e, riscaldato per pochi minuti al forno e condito con sale e un filo d'olio d'oliva, prende il nome di pane guttiau, da servire al posto dei soliti crostini.
Con un po' di pomodori maturi tagliati a dadini, sale olio e basilico diventa una gustosissima e leggera bruschetta.
Con il pane carasau si prepara anche uno squisito primo piatto tipico della cucina tradizionale sarda.

Parente stretto del pane carasau è il pane pistoccu. Tipico delle zone interne della Sardegna, ha uno spessore maggiore ed è di forma rettangolare. Il pane pistoccu si può consumare così com'è, oppure inumidito nell'acqua. Inzuppato nel brodo e cosparso di pecorino grattugiato si trasforma in un semplice e nutriente primo piatto.

Si ottiene da farine e semole di ottima qualità derivanti da grano duro coltivato esclusivamente in Sardegna, fermenti naturali, sale marino alimentare estratto in Sardegna,fermenti naturali, sale marino alimentare estratto in Sardegna, acqua potabile declorata e senza aggiunta di prodotti chimici e/o biologici. L’impasto composto da semolato rimacinato di grano duro, acqua tiepida, sale marino e fermenti naturali deve essere lavorato fino ad ottenere una pasta elastica e liscia; la lievitazione dura all’incirca mezz’ora e successivamente, dalla massa di pasta vengono ricavate delle sfoglie che devono essere poste a lievitare su teli di lino, cotone o canapa sino per circa due ore. È necessario portare la temperatura del forno dai 450 ai 550 °C;in queste condizioni il disco di pane viene introdotto nel forno e si deve subito gonfiare a “palla”, dopo di che viene estratto ancora caldo dal forno e viene separato in due sfoglie. Queste devono essere impilate e pressate leggermente con un piano per evitare l’arricciamento dei bordi. I fogli di pane devono essere nuovamente infornati fino a quando assumono una colorazione dorata e devono essere nuovamente impilati e pressati leggermente con un piano, onde favorire una corretta disposizione che eviterà sbriciolamenti del pane durante le successive fasi di confezionamento.

Immagine

_________________
Immagine

Σ'αγαπο

- disse -


(...Amore mio, Amore mio, Amore mio...)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/12/2007 - 14:19 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 20:43
Messaggi: 17777
il maialino in fossa:


si scava una fossa, si mette dentro un maialino farcito con rametti di profumatissimo mirto e si copre col fuoco fino alla fine della cottura. Sembra che questa usanza abbia delle origini ben precise: si dice che sia stata inventata dai banditi che per non farsi notare la cucinavano sotto terra.

_________________
Immagine

Σ'αγαπο

- disse -


(...Amore mio, Amore mio, Amore mio...)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 12/12/2007 - 14:20 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 20:43
Messaggi: 17777
qualche "notizia" sul culto del maialino:

Piatto nazionale sardo, la sua preparazione e cottura deve seguire regole ben precise, di antica tradizione. La cottura del porceddu è un compito riservato da sempre agli uomini. La preparazione dell'arrosto è una vera e propria arte: la carne deve essere dorata e le parti superficiali croccanti. Sopra la carne non va messo nessun tipo di condimento se non il sale o nel caso di alcune carni il mirto o l'aglio. Il maialino non deve superare i quattro Kg, deve essere cucinato preferibilmente allo spiedo con la tecnica dello stillicidio del lardo fuso sulla cotenna, che deve risultare friabile e croccante al punto giusto. Per aggiungere più gusto a questo tipo di carne è sufficiente soltanto la brace, il lardo che sgocciola sulla cotenna e sul costato e il sale. Rami e bacche di mirto vengono utilizzati nelle presentazioni del maialino, tra i pezzi di carne, nei caratteristici vassoi cavi di sughero. "Su proceddu" può essere cucinato anche lesso, stufato in abbondante sugo di pomodoro. Niente del porchetto viene perduto, neppure gli stinchi da cucinare in sugo di pomodoro piccante e da servire come antipasti, o, senza sugo, per dare sapore a straordinarie minestre di pasta e fagioli; con le frattaglie si preparano gustosi guazzetti in agrodolce, mentre dai fegatelli si ottiene un paté leggermente aromatico grazie alla presenza dei classici "aromi". Piatto di gran festa e delle sagre campestri, è oggi presente nella gran parte dei menù della ristorazione locale e isolana. È lui il re degli arrosti ma non il solo, troverete anche s'angioni (agnello), su crabittu (capretto) e sa craba (capra).

_________________
Immagine

Σ'αγαπο

- disse -


(...Amore mio, Amore mio, Amore mio...)


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 71 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)