La Torre della Rosa d'Argento

ddd. devil & daimon 's dream
Oggi è 13/08/2020 - 03:28

Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]



Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 113 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 4, 5, 6, 7, 8  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 04/06/2007 - 22:36 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 20:43
Messaggi: 17777
ed ancora la classica ricetta irpina, che si può utilizzare sia per il Mussillo (filetto di baccalà), sia per il Curuniello (filetto di stocco)...


Curuniello in bianco con salsetta al limone

Curuniello 800g, olio, aglio 2 spicchi, prezzemolo tritato, 1 limone, sale.


Lavare il curuniello e lessare in acqua salata.
Appena cotto, sgocciolare, togliere spine e pelle, sfogliarlo e metterlo in una zuppierina.
A parte, mescolare succo di limone, olio, prezzemolo, aglio tritato e sale.
Condire e servire freddo, se volete con contorno di insalata verde condita anch'essa al limone... tipico piatto povero di qua...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 04/06/2007 - 22:37 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 20:43
Messaggi: 17777
Lasagnetta di pesce crudo

16 sfoglie di pasta all'uovo di 7cm lato, 8 scampi medi sgusciati, 2 seppie freschissime pulite e tagliate a julienne, 16 alici private della testa, delle spine e divise in due, Olio (naturalmente un supermegaextravergine, se no chi 'o sente a quisto), 1 cucchiaio di colatura di alici di Cetara, 4 cucchiai di salsa all'arancia, fiordisale, pepe in grani.


Condire separatamente gli scampi con olio, sale e pepe; le alici con sale, pepe e alcune gocce di colatura, e la julienne di seppie con olio, sale e pepe.
Cuocere le sfoglie di pasta in abbondante acqua bollente salata, scolarle e raffreddarle passandole in acqua fredda, quindi lasciarle asciugare su un canovaccio.
Sistemare al centro di ogni piatto una sfoglia di pasta, disporvi sopra gli scampi e coprire con un altra sfoglia; adagiarvi le alici, ancora una sfoglia, poi la julienne di seppie e un'ultima sfoglia.
Guarnire con qualche goccia di salsa all'arancia, decorare con ciuffetti di erbette e, volendo, con uova di ricci di mare e servire...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 04/06/2007 - 22:37 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 20:43
Messaggi: 17777

Cuoccio all'acqua pazza

(ricetta classica, si può usare, spendendo di più, anche un altro pesce più nobile, come la spigola o la pezzogna, ma già con questo viene buonissima)


1 capone coccio 1kg, 1/2 kg pomodori, 6/7 spicchi aglio, 1 bicchiere vino bianco secco, peperoncino rosso (a chi piace), prezzemolo, olio, sale.

Squamare il pesce ed eliminare testa e coda, tagliandolo quindi a metà eliminando lisca, pelle e interiora (attenzione, qui spesso lo facciamo anche intero, che viene pure meglio, ma è poi più complicato con le spine a tavola).
Una volta ottenuti i filetti, lavarli in acqua fredda corrente ed asciugarli con delicatezza con carta assorbente.
Scaldare in una teglia l'olio, aggiungendo quindi l'aglio sbucciato e appena schiacciato, il peperoncino sminuzzato e lasciar rosolare.
Aggiungere quindi i pomodori, puliti e in pezzi, sale, il vino bianco e un pò d'acqua e lasciar cuocere il "fumetto" (brodo di pesce) fino ad iniziare il bollo.
aggiungere quindi i fileti e lasciarli cuocere per 10m, voltarli e lasciar cuocere ancora per 10m.
Infine, aggiungere il prezzemolo e servire caldo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 04/06/2007 - 22:38 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 20:43
Messaggi: 17777

Un altro classico:

'A'mpepata 'e cozze


2 kg cozze, prezzemolo, pepe nero


Pulire benissimo le cozze in acqua fredda! Raschiarle, risciacquarle.
Mettere le cozze in teglia su fuoco abbastanza alto e, appena cominciano ad aprirsi, cospargere di pepe nero.
Lasciar cuocere finchè si aprono tutte ed eliminare eventualmente quelle che non si aprono.
Il liquido di cottura va recuperato, filtrato e messo poi in tegame con le cozze.
pepare ancora e lasciar cuocere, a fuoco lento, fino all'inizio del bollo, lasciando poi cuocere ancora un paio di minuti.
Aggiungere il prezzemolo tritato e servire caldo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 04/06/2007 - 22:38 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 20:43
Messaggi: 17777

E un altro ancora :

Sautéé di vongole

2 kg vongole (veraci, possibilmente... gioventù!!!), 2 spicchi aglio, prezzemolo tritato, olio, sale, pepe.

pulire per bene le vongole come spiegato sopra.
In tegame olio e aglio sbucciato e appena schiacciato ad imbiondire, senza che prenda troppo colore. Aggiungere le vongole e pepare, cuocendo e scuotendo il tegame su fuoco alto finchè tutte le vongole sono aperte (eliminare quelle che non collaborano).
Togliere le vongole e filtrare il liquido di cottura, che va poi messo in tegame con le vongole, prezzemolo, sale, e lasciar cuocere a fuoco vivace per 3-4m, mescolando spesso. Servire subito caldo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 04/06/2007 - 22:39 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 20:43
Messaggi: 17777

Involtini di melanzane con pomodori secchi e pecorino


2 grosse melanzane, 100g pomodori secchi sott'olio, 150g pecorino fresco, 6 acciughe sott'olio, 2 spicchi aglio, 1 cipolla, peperoncino in polvere, rosmarino, olio, sale fino e grosso.

Lavare le melanzane eliminandone le estremità, quindi affettarle e metterle nel colapasta, cospargere di sale e lasciar riposare un'oretta per eliminare l'acqua. Risciacquare, asciugare e cuocere rapidamente su griglia molto calda, circa 1/2m per lato. Salare e oliare.
Sminuzzare i pomodori secchi, aggiungere scaglie di pecorino, aglio e cipolla affettati sottili e le acciughe sminuzzate, mescolare bene e oliare aggiungendo pure rosmarini e peperoncino tritati grossolanamente.
Disporre un pò del composto in ciascuna melanzana, arrotolare e chiudere con uno stuzzicadenti.
Disporre gli involtini su una teglia da forno rivestita con la carta da forno , irrorare con un filo d'olio e infornare a 220°C per 15m.
Servire caldissimi.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 04/06/2007 - 22:42 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 20:43
Messaggi: 17777
Polpo verace in insalata

(il verace è quello con la doppia fila di ventose su ciascun tentacolo, si può usare pure un polpo normale, ma vuò mette chistu'ccà??? )


2 polpi veraci di 400g ciascuno, 3 patate, 2 foglie d'alloro, 1 cipollotta (eheh), 1 limone e succo di limone, 1 bicchiere di vino bianco, prezzemolo tritato, olio, sale, pepe.


preparare i polpi, battendoli e pulendoli di interiora, occhi, becco...lavarli poi in acqua fredda.
metterli quindi in pentola con acqua fredda, alloro, cipolla, 2 fette di limone, vino bianco e sale.
Portare a bollo e lasciar cuocere per 40m circa a fiamma dolce.
A cottura ultimata, sgocciolarli e tagliarli a pezzetti.
Per la verità il polpo, una volta ultimata la cottura, non va mai scolato immediatamente: affinchè la polpa risulti tenerissima, e non dura e stopposa come spesso accade va lasciato raffreddare nella sua acqua di cottura ( circa un paio di ore)...e solo dopo scolato. Comunque una volta fatto, tagliatelo a pezzettini.
Lavare bene le patate, quindi lessare in acqua salata già in ebollizione per 20m. A cottura ultimata scolare, passare in acqua fredda, sbucciare e tagliare a tocchetti.

mescolare polpo e patate e condire con una salsina di olio, succo di limone, sale e pepe, cospargere di prezzemolo e servire...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 04/06/2007 - 22:42 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 20:43
Messaggi: 17777

‘O rraù

‘O rraù ca me piace a me
m’ ‘o ffaceva sulo mammà.
A che m’aggio spusato a te,
ne parlammo pe’ ne parlà.
Io nu songo difficultoso;
ma luvàmmel’ ‘a miezo st’uso.

Si, va buono: cumme vuò tu.
Mo ce avéssem’ appiccecà?
Tu che dice? Chest’ è rraù?
E io m’ ‘o mmagno pe m’ ‘o magnà…
M’ ‘a faje dicere na parola?…
Chesta è carne c’ ‘a pummarola

Eduardo De Filippo

La ricetta qui sotto l'ho copiata pari pari dal web... ma... è quella giusta! Quindi non cambia nulla! :


"Non c’entra niente con il più celebre ragù bolognese. Quello napoletano è figlio del pomodoro San Marzano e del tempo: 5 o 6 ore almeno di cottura lentissima. Lo chiamano la salsa del portiere, perché un tempo a Napoli, quando tutti i palazzi ne avevano uno, soltanto lui aveva a disposizione intere giornate per tenere sott’occhio portone e pentola sul fuoco.
La ricetta arriva dal popolo e cambia, di famiglia in famiglia. Ma c’è un aspetto che accomuna tutte quante: il ragù si prepara soltanto per le occasioni speciali e non si cucina, si celebra. Altrimenti è semplicemente carne con il pomodoro.
La ricetta originaria era eterna: il rraù cuoceva anche due giorni, fino ad annerirsi. Oggi i tempi si sono un po’ accorciati, ma rimane la regola fondamentale: la salsa deve pippiare, ovvero sobbollire a fuoco dolcissimo, sbuffando e scoppiettando lenta come le volute di fumo della pipa.
Prima di tutto ci vuole un tiano di terracotta. Bisogna preparare il soffritto e poi aggiungere la carne. Tradizionalmente era quella di seconda scelta: per il maiale le traccialelle (costine), il piccione (muscolo), la salsiccia fresca e le braciole arrotolate (carne farcita di prezzemolo, Parmigiano, pecorino, aglio, pepe e, in alcune zone, anche uvetta e pinoli), e poi la carne vaccina. La mitica Marì, cuoca personale di Eduardo De Filippo, usava soltanto l’annecchia (l’animale non più vitello, ma non ancora manzo).
Poi si aggiunge la cipolla, si bagna con il vino rosso e si unisce il San Marzano.
La carne si mangia a parte, come secondo; il ragù, profumato dal tocco finale di basilico, condisce le paste classiche napoletane: ziti spezzati, paccheri, fusilli."


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 04/06/2007 - 22:43 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 20:43
Messaggi: 17777

Tortini di melanzane e pomodoro con mozzarella


2 melanzane lunghe, 300g mozzarella, 400g polpa pomodoro, basilico, aglio, zucchero, olio, sale fino e grosso, pepe.


Lavare le melanzane, eliminando le estremità, quindi tagliarle per la larghezza a fette di 1/2cm di spessore. Porle in uno scolapasta, cospargerle di sale grosso e lasciarle riposare almeno mezz'ora. Risciacquare, tamponare con carta assorbente.
Trasferirle su teglia da forno foderata con carta apposita, condirle con olio, sale, pepe e abbondante basilico sminiuzzato grossolanamente.
Cuocere per 20m a 220°C.
Intanto sbucciare l'aglio, tagliarlo a metà e rosolarlo in olio caldo, aggiungervi quindi polpa di pomodoro, una puntina di zucchero, sale e cuocere per 15m a fiamma media.
Tagliare la mozzarella a fette sottili.
Ungere una pirofila e formare i tortini, alternando melanzane, salsa di pomodoro, foglie di basilico e mozzarella, operazione da ripetere una seconda volta terminando con la mozzarella. Infornare per 15m a 220°C in forno preriscaldato e lasciar intiepidire prima di servire.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 04/06/2007 - 22:45 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 20:43
Messaggi: 17777
Facciamo le Zeppole?


farina 200g, crema pasticciera, zucchero semolato 60g, 1 cucchiaio brandy, amarene sciroppate, zucchero a velo, olio per firggere, sale.


Versare in una pentola circa 1/2 litro d'acqua, zucchero, brandy e una presa di sale. Portare ad ebollizione e togliere dal fuoco.
Nello sciroppo bollente che si è formato versare la farina tutta in una volta, schiacciandola per evitare grumi. Amalgamare bene il tutto, quindi rimettere al fuoco e lasciar cuocere per qualche minuto, fini quando l'impasto elastico si staccherà facilmente dalla pentola.
Porre l'impasto su piano di lavoro unto e stenderlo e ripiegarlo più volte, formare quindi un cilindro da dividere in pezzi di circa 15cm ciascuno.
Richiudere ogni cilindretto a ciambella e punzecchiarne la superficie con una forchetta.
Scaldare olio abbondante in padella e, a olio caldo, friggere una zeppola alla volta, sgocciolandole poi su carta assorbente.
Farcire le zeppole con la crema pasticciera, decorare con le amarene e zucchero a velo.


(e poi faciteve nuovi nuovi... )


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 04/06/2007 - 22:49 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 20:43
Messaggi: 17777
e poi daimon un giorno dell'aprile scorso mi "dedicò" questa (e fu l'ultima!)

Torta di ricotta con amarene visciole (ma quant'è tecnico 'sto demone! )


Ingredienti per 4 pp.

Per la pasta frolla:
500 g farina 00
200 g burro
200 g zucchero
5 uova intere
1 arancia grattugiata

Per l'impasto:
250 g ricotta (e qua mi raccomando... )
250 g zucchero
100 g amarene visciole
100 g latte
50 g burro
3 uova
3 tuorli


Per la pasta frolla, disporre la farina a fontana aggiungendo le uova, il burro ammorbidito, lo zucchero ed una grattugiata di arancia.
Impastare e lasciar riposare 5 minuti.

Stendere poi la sfoglia, disponendola quindi nella teglia imburrata bucherellando con la forchetta il fondo della pasta.

Per l'impasto, invece, frullare uova, zucchero, ricotta, amarene e latte fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Versarlo nella teglia completando con striscioline di pasta frolla.
Infornare a 180° C per un'ora circa.

Servire con guarnizione di amarene visciole e una spolverata di zucchero a velo.

Pappa buoniZZima!!!


(ricetta 'r'e'pparte mie... 'e na zia femmena 'e conseguenza che a Scaturchio 'un s'ò vere proprio... )


E ora?

ORA ANCORA RICETTEEEE!!!


Fatevi avanti anche voi...


mica si può solo mangiare?


SCRIVETE!!!


:D


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 05/06/2007 - 04:42 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 15:17
Messaggi: 70426
Località: La Torre della Rosa d'Argento
Tranquilla, bella bimba... mò si ricomincia alla grande... ora siamo finalmente a casa... e vale la pena nuovamente scrivere! :D

_________________
Si vis amari, ama.

ImmagineImmagine®Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 28/08/2007 - 16:56 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 20:43
Messaggi: 17777
il calzone...

Immagine


Dosi :per 6 persone
Ingredienti :
800 gr. di pasta lievitata da pane
200 gr. di prosciutto o salame napoletano
una mozzarella piccola
300 gr. di ricotta
2 uova
50 gr. di parmigiano grattugiato
sale

Tempo di preparazione : 30 minuti
Tempo di cottura : 35 minuti

Preparazione:
Lavorare a crema la ricotta con un mestolo di legno, incorporarvi le uova, il parmigiano e sale, tagliare la mozzarella a dadini e amalgamarla all’impasto, aggiungere anche il prosciutto, o il salame, sminuzzato, mescolare per amalgamare i sapori.
Stendere con le mani la pasta fino allo spessore di mezzo centimetro, dando una forma rotonda.
Su metà distribuire il ripieno e ripiegare l’altra metà pizzicando bene i bordi per sigillarli.
Cuocere per 30 minuti in forno già caldo (220°) in una teglia unta d’olio.

_________________
Immagine

Σ'αγαπο

- disse -


(...Amore mio, Amore mio, Amore mio...)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 16/10/2007 - 09:26 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 20:43
Messaggi: 17777
parliamo degli scazzuoppoli? Sono frittelline piccole di pasta di pane , con sopra pomodoro e formaggio grattugiato...

tipiche del salernitano (zona cava-salerno, ecco..)

Nei locali si servono prima dell'antipasto: sono un assaggio in attesa che arrivi la prima portata che avete scelto, che sia pizza, antipasto, primo e via dicendo...

_________________
Immagine

Σ'αγαπο

- disse -


(...Amore mio, Amore mio, Amore mio...)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 16/10/2007 - 09:28 
Non connesso
Site Admin
Avatar utente

Iscritto il: 28/05/2007 - 15:17
Messaggi: 70426
Località: La Torre della Rosa d'Argento
Ofelia ha scritto:
parliamo degli scazzuoppoli? Sono frittelline piccole di pasta di pane , con sopra pomodoro e formaggio grattugiato...

tipiche del salernitano (zona cava-salerno, ecco..)

Nei locali si servono prima dell'antipasto: sono un assaggio in attesa che arrivi la prima portata che avete scelto, che sia pizza, antipasto, primo e via dicendo...




:D


(da noi " 'o scazzuoppolo " è anche 'o guagliunciello piccerillo che vuole giocare coi più grandi... :wink: )

_________________
Si vis amari, ama.

ImmagineImmagine®Immagine


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 113 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 4, 5, 6, 7, 8  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)