La Torre della Rosa d'Argento

ddd. devil & daimon 's dream
Oggi è 11/08/2020 - 14:24

Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]



Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 12/09/2013 - 05:17 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 16/08/2009 - 10:30
Messaggi: 2578
Wagner e la sinfonia perduta ritrovata in un vecchio baule
Composta all'età di 19 anni, fu ripescata nel 1877 in una soffitta di Dresda da un suo allievo

Immagine
Richard Wagner

ROMA - «Lei apprenderà da me qualcosa di assolutamente segreto». A poche settimane dalla sua morte, avvenuta a Venezia il 13 febbraio 1883, Richard Wagner scrive una lettera al direttore del settimanale Musikalisches Wochenblatt che lo pubblica col titolo «Resoconto sulla ripresa di un'opera giovanile». L'ultimo concerto che Wagner ha diretto sulla Laguna è un episodio pressoché sconosciuto, vissuto nell'intimità familiare. Si tratta di una Sinfonia che egli compose all'età di 19 anni di cui si persero le tracce. Fu ritrovata nel 1877, nel baule di una soffitta a Dresda, dal suo allievo Anton Seidl. La Sinfonia in do è l'unica scritta da Wagner, che poi posò il suo sguardo altrove.
Una storia affascinante che il regista Gianni Di Capua racconta nel documentario «Richard Wagner, Diario veneziano della Sinfonia ritrovata» che, dopo l'anteprima veneziana del 15 aprile, sarà trasmesso dalle reti satellitari europee (in Italia dovrebbe essere Sky). In seguito se ne farà uno spettacolo teatrale con Mario Zucca e Marina Thovez, che nel filmato prestano voci e corpi.

Wagner decide di eseguire la Sinfonia alla vigilia di Natale del 1882, per festeggiare il compleanno di sua moglie Cosima. Doveva essere una sorpresa per lei. Sarà il suo congedo come direttore. Egli non aveva un'orchestra, la trovò negli studenti del Liceo musicale Benedetto Marcello, che erano lusingati ed eccitati: «Facevamo il doppio di quello che pensavamo fosse possibile, quasi a nostra insaputa». Il concerto, in forma privata, ebbe luogo nelle Sale Apollinee della Fenice. I Wagner arrivarono su tre gondole. Al termine, egli citò scherzosamente il Barbiere di Siviglia : «Buonasera miei signori». Dopo averla composta, mandò con un biglietto la partitura a Mendelssohn che era direttore alla Gewandhaus di Lipsia: «La prego di tenerla per sé». Ma l'intendimento, come conferma in una lettera successiva, era di avere la reazione contraria: «Prima o poi mi avrebbe detto qualcosa». Da Mendelssohn nessuna risposta. La partitura andò smarrita.

Il documentario, attraverso le foto storiche le stampe, mostra Venezia come doveva apparire agli occhi di Wagner: «Qui l'architettura sostituisce i fiori». Ecco la vita di quei giorni, le baronesse e le principesse che tenevano compagnia a Cosima, e la figura di suo padre, Liszt, «che organizzava i piaceri e i piccoli divertimenti». Nella Sinfonia in do, in quattro movimenti, Wagner mostra la sua ammirazione per Beethoven. Era soddisfatto dei primi due movimenti, mentre lo Scherzo «non lo poteva soffrire». Gli studiosi vi hanno ritrovato un gruppo melodico che poi sviluppò in due suoi capolavori, «Tristano e Isotta» e «Il Crepuscolo degli dei». Cosima nelle lettere racconta il malore al petto che colse Wagner durante le prove, presagio della morte imminente. Era orgogliosa: «Ha eseguito questo pezzo 50 anni fa per sua madre e ora per me. Solo chi non conosceva il sentimento della paura poteva avere composto questa Sinfonia».

Valerio Cappelli


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)