La Torre della Rosa d'Argento

ddd. devil & daimon 's dream
Oggi è 06/08/2020 - 20:52

Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]



Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Giovanni Allevi: Alien
MessaggioInviato: 25/09/2010 - 04:21 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 20/12/2008 - 07:01
Messaggi: 16350
Località: La Città Eterna
Giovanni Allevi: "Alien sono io
nel mio album più passionale"

Immagine

Genio o patacca? Intorno allo sbrigativo (e poco gradevole) interrogativo, emerso due anni fa quando Uto Ughi disse più o meno «Il successo di Allevi è un'offesa», si dibatte da quel dì. Secondo le regole della comunicazione, la discussione non ha fatto che amplificare la fama di Giovanni Allevi, quarantunenne deliziosa persona, con diploma di Conservatorio, bella laurea in filosofia e tanti ricci quanta determinazione, del quale il 28 prossimo esce «Alien», nuovo album destinato a protrarre il dibattito fra esegeti e nemici: in dodici tracce, un'ora di passeggiata eterea con vari squarci su vari altrove. Impossibile raccontarlo, ché si affida ribaldamente alla sensorialità e agli Io, tagliando fuori ogni mediazione. Il che sarà magari un problema ulteriore, ma il musicista Allevi schiva e rilancia: «Ci ho messo dentro ottimismo, positività, energia. Ho cercato di spremermi come un limone e anche se non sta a me dirlo, credo sia l'album più passionale e struggente uscito dalle mie dita, almeno nelle intenzioni».

Tale stato d'animo non sarà casuale, gentile Giovanni... «Mi son messo a nudo (anche in copertina, ndr), ho accettato la mia vulnerabilità, non ho avuto paura delle mie insicurezze e fragilità, e tutto questo è confluito nella musica. La vera natura dell'essere umano è l'imperfezione». Il cuore pettegolo del mondo porta alla fragilità? «Mi colpiscono, ma sono anche oggetto di un amore folle da parte di chi mi segue. Ho capito che l'importante è non nascondersi, non cedere alla tentazione di modificare se stessi per le aspettative altrui».

Cosa spieghiamo a chi non è ferrato nel genere? «La musica ha sempre parlato al cuore dell'umanità, non a una élite di pochi intenditori. Nessuno è ferrato, neanch'io malgrado il mio diploma di composizione. L'importante è che riesca a modificare la nostra posizione, a sconvolgerci». Perché in questo ultimo periodo piace tanto la musica strumentale? «Per me, è perché ho avuto un coraggio barbaro, e pormi in confronto con la grandezza irraggiungibile del passato. E' stato possibile perché sono un temerario; da punto di vista sociologico, invece, credo sia un ritorno all'intimità: la mancanza di parole dà la possibilità di diventare protagonisti della musica che si sta ascoltando. Si sposta l'importanza dall'oggetto al soggetto che percepisce, è la rivoluzione copernicana» (qui parla il filosofo).

Allevi giura di non aver mai cantato («neanche sotto la doccia. Sono intonato, ma non mi viene niente») e non esclude, prima o poi, di cimentarsi nella canzone tradizionale. Per ora si sente «Alien»: «Senza presunzione, sono così. Mi sento fuori luogo in questa realtà che ci vuole perfetti impeccabili e forti. Mi sento impacciato, timido, vulnerabile, davvero un alieno». Certo che poi, visto alle prese con tre orchestre da dirigere all'Arena di Verona, così vulnerabile non sembrava... «Ho un aspetto dannato che mi permette di affrontare queste prove».

Il 27 terrà un concerto a Lugano, nell'auditorium RSI dove ha registrato, con un incontro con il pubblico. Il 17 ottobre, prima esecuzione di «Alien» a Los Angeles, seguita il 20 novembre da una seconda a Tokio («Due luoghi dove ho raccolto successo»). Per tornare al dunque, lei si ritiene un musicista pop? «Nella composizione resto rigorosamente classico, ma i contenuti sono presi dal mondo contemporaneo. C'è nelle melodie il mondo pop-rock». Fra le sue passioni pop, i Bee Gees, Michael Jackson ma anche Jovanotti: «Nel 2002 sono stato suo pianista e arrangiatore, conosco a memoria 44 sue canzoni». Tour l'anno prossimo.

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Giovanni Allevi: Alien
MessaggioInviato: 27/09/2010 - 13:37 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 20/08/2008 - 08:54
Messaggi: 8622
Località: Provvisoriamente definitiva: la terra di Arlecchino e dei Tasso
Qualche dubbio certamente potrebbe esserci.
Ma ha il grande dono di avvicinare alla musica i giovani. Ed è un merito indiscutibile.
Sulla sua produzione musicale ci sono molte osservazioni possibili ma è tanto il suo entusiasmo di compositore ed esecutore che possiamo attendere ancora un pò per discuterne...

_________________
Il cielo è come i numeri, non finisce mai.
(EmmaE detta Emmina)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Giovanni Allevi: Alien
MessaggioInviato: 27/09/2010 - 17:21 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 30/05/2007 - 14:25
Messaggi: 13276
Località: ...fuori dal suo cuore...
Aria video

_________________
Non vivo per qualcosa che finisce già domani.
l'amore è solo sabbia tra le mani...
..vivo al peccato, a me morendo vivo.
ווייַפאַרער
Chiunque abbia amato porta una cicatrice...


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Giovanni Allevi: Alien
MessaggioInviato: 27/09/2010 - 19:38 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 20/08/2008 - 08:54
Messaggi: 8622
Località: Provvisoriamente definitiva: la terra di Arlecchino e dei Tasso
MyrrdinWilt ha scritto:


Grazie "folletto" Myrr :). Citazione molto pertinente

_________________
Il cielo è come i numeri, non finisce mai.
(EmmaE detta Emmina)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Giovanni Allevi: Alien
MessaggioInviato: 25/11/2011 - 19:22 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/01/2010 - 20:55
Messaggi: 610
E' un'offesa anche presentarsi in pubblico con un nome come "Uto Ughi", specie se è per diminuire "Diodato Emilio Ughi". Ma se ha avuto il coraggio mettersi a grattare il violino uno come lui, può starci anche questo pianista.




:twisted:

_________________
Necessario fortiter in re, suaviter in modo.


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Giovanni Allevi: Alien
MessaggioInviato: 12/12/2011 - 09:15 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 25/09/2008 - 16:03
Messaggi: 2197
Località: la Grotta di Nereo
Io sono sempre fermamente convinta che sia una brutta copia di Ludovico Einaudi.

_________________
* * *
“Nobody dies a virgin... Life fucks us all.” (Kurt Cobain)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Giovanni Allevi: Alien
MessaggioInviato: 12/12/2011 - 09:43 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 08/05/2009 - 22:03
Messaggi: 22638
ossidianarosa ha scritto:
Io sono sempre fermamente convinta che sia una brutta copia di Ludovico Einaudi.



sono d'accordo, Ossi...ma brutta brutta, a dirla tutta!

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)