La Torre della Rosa d'Argento
https://silverrose.globalfreeforum.com/

La New York sotterranea
https://silverrose.globalfreeforum.com/viewtopic.php?f=14&t=47495
Pagina 1 di 1

Autore:  Ermes_Thot [ 19/04/2014 - 05:18 ]
Oggetto del messaggio:  La New York sotterranea

Una “città parallela” di cunicoli svelata la New York sotterranea
Negli abissi di Grand Central i lavori per un nuovo hub della metropolitana
Il fotogtrafo Cashin è sceso in profondità e ha immortalato l’opera
FRANCESCO SEMPRINI

Immagine

NEW YORK
Ecco una serie di scatti destinati a far infervorare l’immaginazione di chi è convinto che sotto New York esista un’altra New York. Una città di cunicoli tenebrosi, occulta e modernamente esoterica, che si snoda dagli abissi di Chinatown sino ad arrivare alla soglia di Harlem. Ebbene, senza spingersi troppo in là con la «fiction» il fotografo Patrick Cashin leva i veli alla New York parallela, o meglio a una sua venatura, quella che attraversa la porzione orientale della City, da Midtwon all’Upper East Side. Sedici piani sotto il terminal di Grand Central, un esercito di operai, tecnici e ingegneri è impegnata a perforare la roccia per creare un hub metropolitano più grande e più alto di uno stadio di football americano, nell’ambito di un progetto volto a rafforzare ulteriormente la rete di trasporti urbani più imponente d’America. Ma nonostante le cariche di esplosivo fatte brillare con cadenza costante, la sinfonia di instancabili trivelle all’opera giorno e notte, e alcuni incidenti che hanno causato danni e spavento a commercianti e residenti, alcuni newyorkesi sono ancora completamente all’oscuro dell’esistenza dell’enorme cantiere sotterraneo paragonabile a una sorta di Foro Romano della Grande Mela.

Ma pur essendo l’ombelico del mondo New York non è la Caput Mundi dove scavando ogni centimetro in profondità c’è il rischio di trovare un frammento millenario in grado di bloccare i lavori. Qui le grandi manovre vanno avanti senza sosta nell’ambito di tre progetti, del valore complessivo di 15 miliardi, terminati i quali, nel 2019, la rete della «subway» arriverà a coprire tutta la città. Il più imponente dei piani è quello da 8,3 miliardi di dollari (2,7 miliardi finanziati dalla Federal Transit Administration e il resto dalla Metropolitan Transit Authority) che vede la realizzazione di una sorta di Grand Central sotterranea di oltre 32 mila metri quadri, con circa dieci chilometri di reticolato sotterraneo. Permetterà una maggiore integrazione tra la rete ferroviaria che va ad est verso Long Island, i due versanti di Manhattan e il Queens attraverso, appunto, il nuovo hub che sorgerà negli abissi di Grand Central, con una capienza totale di 160 mila passeggeri in transito ogni giorno.

Ma le novità più attesa è la linea della Second Avenue, un progetto tanto agognato, le cui prime bozze risalgono agli anni Venti: il primo tratto di 2,5 chilometri, compreso tra la 63esima e 96esima, sarà completato nel 2016 a un costo di 4,5 miliardi di dollari. Incertezze incombono invece sulla restante parte della corsa visto che non è ancora stato stabilito come o da chi sarà finanziata. La terza opera riguarda invece l’allungamento della linea numero 7, che attraversa Midtown da est ad ovest, che sarà estesa fino all’estremo west dove è in programma la costruzione dell’«Hudson Yards», il secondo più grande polo edilizio di New York dopo il World Trade Center.

Imponente lo sforzo tecnologico per la nuova realtà sotterranea, visto che gli impianti di areazione saranno a prova di uragano, ovvero saranno realizzati in modo da evitare allagamenti come accaduto a novembre per Sandy. L’obiettivo è mettere al riparo da ogni pericolo l’oltre miliardo e mezzo di passeggeri che ogni anno transitano per le 468 stazioni della Subway newyorkese, il grande popolo della vera e unica New York parallela, non proprio esoterica e occulta, ma senza dubbio sempre in movimento.

Pagina 1 di 1 Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
https://www.phpbb.com/