La Torre della Rosa d'Argento

ddd. devil & daimon 's dream
Oggi è 15/08/2020 - 15:09

Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]



Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 31/07/2009 - 05:36 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 31/03/2009 - 07:22
Messaggi: 7979
Ristoranti, attenzione ai conti gonfiati
di Monica Rubino
Bastano molta attenzione e poche semplici regole da seguire per evitare di ritrovarsi a pagare al ristorante conti salatissimi. Come è successo a due turisti giapponesi in visita nella Capitale




Hanno mangiato in un noto ristorante romano vicino a piazza Navona, "Il Passetto" e si sono visti presentare un conto da 579,50 euro, più altri 115 euro di mancia prelevati senza autorizzazione. E' successo a due turisti giapponesi in vacanza
nella Capitale. Il titolare del locale è stato denunciato alla Polizia. Gli agenti hanno fatto le dovute verifiche ed è emerso che i prezzi applicati ai due giapponesi non corrispondevano a quelli sul menu.

Ma come evitare le truffe al ristorante? Bastano molta attenzione e poche semplici regole da seguire per evitare di ritrovarsi a pagare conti gonfiati ad arte. Ecco alcuni consigli.

Prezzi esposti
E' obbligatorio esporre i prezzi praticati nonché eventuali supplementi per servizio notturno o al tavolo(relativamente ai bar) e tali prezzi non possono essere maggiorati arbitrariamente. Il ristoratore è obbligato ad applicare i prezzi indicati nel menu. Se quest'obbligo viene trasgredito è possibile richiedere l'intervento della Polizia Municipale. Oppure se si è conservato lo scontrino, si può chiedere il rimborso della differenza con una lettera raccomandata A/R di messa in mora.

Libera scelta nella consumazione
Bar e ristoranti non possono rifiutare un cliente che, ad esempio, non consumi un pasto completo ma solo un primo.

Pane e coperto
Sono le amministrazioni locali che, con apposite ordinanze e leggi, stabiliscono se i ristoranti debbano o meno far pagare pane e coperto. Il Comune di Roma, ad esempio, ha abolito la gabella nel 1995, per poi ristabilirla nel 2004. Nel 2007, infine, la legge regionale sui pubblici esercizi ha di nuovo tolto la voce dai menu. A Milano, invece, resiste. In generale, se il ristorante fa pagare pane e coperto deve obbligatoriamente indicarlo con chiarezza nel menu, dando al cliente la possibilità di scegliere se rimanere o andarsene.

L'acqua in brocca
I ristoranti non possono rifiutarsi di fornire l'acqua del rubinetto se richiesta e non possono obbligare il cliente all'acquisto di acqua minerale in bottiglia.

Scontrino
E' un diritto del cliente chiedere uno scontrino dettagliato, o comunque uno scontrino per ciascun piatto/bevanda ordinata e pagata.

Percentuale per il servizio
E' legale a patto che il costo del servizio venga inserito nel menu. Come per il coperto, l'unico modo di evitare tali salassi è consultare bene il menu prima di scegliere il locale, evitando quelli che non lo espongono.

Mancia
Non è obbligatoria e decidere di lasciarla o meno dipende unicamente dalle abitudini e dalla cultura del Paese che si sta visitando. Mentre in alcune nazioni– come la Tailandia – lasciare la mancia è un gesto offensivo, quasi paragonato all’elemosina per chi lo “subisce”, negli Stati Uniti il cameriere praticamente la pretende, visto che sulle mance si basa parte del suo stipendio. In Italia fa sempre piacere riceverla, mentre in Europa nessuna offesa né pretesa.

Furti
Benché non sia espressamente previsto dalla legge, la giurisprudenza afferma da sempre che anche il ristoratore è responsabile per furti subiti dal cliente di oggetti che era necessario depositare per usufruire della prestazione (per cui va rimborsato il furto di un cappotto o di un ombrello ma non quello, ad esempio, di un anello d'oro appoggiato sul tavolo).

Un call center per segnalare le truffe a Roma
Dopo lo scandalo dei due turisti giapponesi, l’associazione dei consumatori Adoc, oltre a costituirsi parte civile nella vicenda, ha attivato il call center “Help Tourist”, che raccoglierà le segnalazioni dei turisti stranieri in visita a Roma. Il numero è 06.45420928 ma non è "verde". Si paga il costo di una telefonata urbana. In alternativa si può scrivere all'indirizzo e-mail helptourist@adoc.org.

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 31/07/2009 - 05:38 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 31/03/2009 - 07:22
Messaggi: 7979
La mancia all’estero
Nei Paesi europei non si pretende né si rifiuta. Ma guai a non lasciarla negli Usa

Francia
In Francia quasi sempre il servizio è già incluso nel conto che arriva sul tavolo del cliente, perciò molto di rado il cameriere si aspetta la mancia. Ma un extra del 10% spesso è gradito dal personale.

Inghilterra
La mancia nel Regno Unito è soltanto un premio «se avete gradito». La percentuale varia a seconda si tratti di alberghi o ristoranti. La maggior parte dei conti degli hotel includono il costo del servizio, il 10-12%. Dove non è incluso nel ristorante dell’hotel, si lascia il 10-15% di mancia sul conto del ristorante stesso. Alcuni ristoranti suggeriscono la cifra indicandola nel conto.

Germania
La mancia si dà a tutti, escludendo i proprietari del locale, anche se cambia la percentuale nelle varie situazioni. Nei bar e nei ristoranti si sta sul 5%, ma si può anche arrivare al 10 a seconda che siate di passaggio o clienti abituali.

Spagna
Per gli spagnoli la mancia non è un’abitudine: viene anzi considerata una forma di corruzione. Per i turisti però è una consuetudine e si aggira sempre sul 5-10%. È gradita anche negli hotel e sui taxi.

Russia
In Russia la consuetudine della mancia è diventata tale soltanto di recente. Nei secoli passati era un’abitudine nei bar, ora almeno il 10% è d’obbligo nei ristoranti più raffinati del centro della città.

Grecia
La mancia si chiama «filodorima», cioè «regalo per un amico». E come ogni regalo che si rispetti è libero da condizionamenti di percentuale. Si lascia un po’ ovunque, tranne che ai tassisti.

Stati Uniti
C’è chi chiama Usa e Canada il paradiso delle mance. Nei ristoranti ci si aspetta il 15-20 per cento. E c’è chi arriva addirittura ad elargire il 25%. Ma non va sempre così: i titolari di tre ristoranti della Grande Mela - Nobu, Nobu 57 e Nobu Next Door - sono stati denunciati, colpevoli di avere sottratto le mance ai loro camerieri. Le avrebbero invece distribuite tra i manager del locale.

Australia
Nessuno se l’aspetta, ma tutti la gradiscono. Così va in Australia, dove la percentuale della mancia si aggira sul solito 10-15%, soprattutto nei ristoranti. Sui taxi si arrotonda, i portieri di albergo non si aspettano nulla.

























martin ha scritto:
NOTA PER IL MOD DI SEZIONE: HO MESSO IO "IMPORTANTE" A QUESTO THREAD DI ADA

_________________
Immagine


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 10 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)