La Torre della Rosa d'Argento

ddd. devil & daimon 's dream
Oggi è 06/12/2019 - 13:41

Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]



Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Il Portogallo
MessaggioInviato: 23/09/2014 - 01:29 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 19/12/2008 - 14:57
Messaggi: 5444
Il Portogallo meno conosciuto, un’avventura nella natura
Il centro del paese lusitano, un pianeta tutto da scoprire, tra paesaggi incontaminati e villaggi tradizionali
LUCIO BIANCATELLI

Immagine

C’è un Portogallo poco conosciuto , eppure tutto da scoprire. Basta allontanarsi dalle rotte usuali del turismo di massa, e andare oltre Lisbona, e non fermarsi alle rinomate spiagge della costa atlantica. E’ il “Centro de Portugal” (visitcentro.com), delle remote aree interne, dei parchi naturali paradiso dei birdwatcher, dei villaggi tradizionali (su tutti, Monsanto) e delle attrattive archeologiche, come le pitture rupestri della Còa Valley.

Si percorrono strade per lo più deserte, si dimora in piccoli centri spopolati (il Portogallo, con i suoi 10 milioni di abitanti è uno dei Paesi europei a più bassa densità di popolazione) in aree dove sopravvivono allevamento e agricoltura tradizionali (uliveti, vigneti e querce da sughero), ma dove sta nascendo un’ospitalità rurale davvero di prima qualità.

Il Douro International Natural Park è uno dei paradisi per il birdwatching (in Portogallo sono presenti 360 specie di uccelli e vi sono ben 93 IBA, Important Bird Areas) . Situato nel Nord-Est del paese, vicino al confine spagnolo, nell’alto corso del Douro (fiume che sfocia nell’Oceano all’altezza di Porto), questo parco (visitabile anche in treno!) è davvero eccezionale. I canyon scavati dal fiume nelle rocce di scisto sono paesaggisticamente unici, i pendii terrazzati dalla mano dell’uomo (molto diffuso il vigneto, siamo nella terra del Porto) fanno il resto. Qui si possono ammirare con una certa facilità grifoni, capovaccai e altre specie di rapaci come l’aquila del bonelli e l’aquila imperiale.

Grazie alla nostra guida, Antonio Montero, osserviamo col cannocchiale un nido nella parete di roccia di fronte a noi dove sono visibili due piccoli di capovaccaio, altrimenti noto come l’avvoltoio degli egizi perché rappresentato nei geroglifici egiziani. “ Il turismo legato al birdwatching e all’osservazione della natura può essere davvero una grande risorsa per queste aree interne – ci dice Montero, biologo del Natural Park Service. Qui la biodiversità è molto alta, abbiamo anche molte specie di piante endemiche e funghi. Abbiamo aree ben conservate che possono diventare un punto di riferimento per il turismo naturalistico, e Douro è una di queste, con i suoi profondi canyon. Ma è necessario investire e promuoverla nel modo giusto perché qui non c’è turismo di massa, siamo lontani dai grandi centri. In compenso abbiamo attività tradizionali ancora vive, come la produzione del sughero”. Nelle vicinanze la Valle di Còa, a Nord di Castelo Rodrigo (consigliamo l’ospitalità di Casa da Cisterna: wonderfulland.com/cisterna ), è ricca di rari dipinti rupestri raffiguranti animali e scene di caccia risalenti al Paleolitico. Notevole anche la vicina riserva di Faia Brava, casa dei “grandi avvoltoi”, dove sopravvive un piccolo nucleo di cavalli allo stato selvatico, e la Serra de Estrela (anche questa parco naturale) la più alta catena montuosa del Portogallo (con cime che sfiorano i 2.000 metri), dove tra foreste di faggio, valli glaciali e affascinanti villaggi di montagna, è possibile vivere vacanze fatte di sport, natura, buona cucina (da non perdere le salsicce affumicate e il formaggio quagliato) e benessere (casadaspenhasdouradas.pt).

Sulla strada per la Serra de Estrela non può mancare una tappa a Monsanto, l’antico villaggio fortificato fatto erigere in epoca medioevale dai templari sulla scarpata di una roccia granitica. E’ considerato il villaggio tradizionale per antonomasia del Portogallo. Infine, gli spettacolari canyon del fiume Tejo (Tejo International Natural Park), sono un colpo d’occhio straordinario per fotografi e pittori naturalisti. In primavera, le fioriture di rose selvatiche e le distese di rosmarino sono uno spettacolo unico. In settembre, si può partecipare ai “photo safari” e vivere l’esperienza unica dell’ascolto dei bramiti dei cervi maschi nel periodo degli amori. Insomma, il “Centro de Portugal”, tra natura selvaggia, paesaggi mozzafiato e mete solitarie (guide esperte su http://www.a2z-adventures.com), è un viaggio per chi ama quelle atmosfere d’altri tempi che solo le aree protette lontane dal turismo di massa possono ancora offrirci. Angoli dove sembrano materializzarsi i quelle visioni oniriche dei romanzi di Saramago.

_________________
RI-ImmagineO NO?


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)