La Torre della Rosa d'Argento

ddd. devil & daimon 's dream
Oggi è 15/08/2020 - 05:33

Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]



Crea il tuo forum GRATIS su GlobalFreeForum.com.



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 77 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 05/10/2008 - 07:39 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/04/2008 - 22:05
Messaggi: 701
Immagine

Drastica riduzione negli ultimi tempi

Evitando descrizioni sulla propria indole depressiva, riconosciuta o meno, riporto solo situazioni e possibilità del suo verificarsi

LAVORO: 70%
FAMIGLIA DI ORIGINE: 80%
FAMIGLIA DI VITA: 40%
AMICIZIE: 10%
AMORE: 60%
SESSO: 80%

_________________
" ...a lavarla coloro l'Arno..." poi rise, maia@
"La follia è frattura, sempre." piuma n. 5


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 05/10/2008 - 07:41 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/04/2008 - 22:05
Messaggi: 701
Immagine

La mattina, una volta a settimana.

_________________
" ...a lavarla coloro l'Arno..." poi rise, maia@
"La follia è frattura, sempre." piuma n. 5


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 05/10/2008 - 08:03 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/04/2008 - 22:05
Messaggi: 701
Immagine

Cambiamenti d'abitudine nell'ultimo periodo anche se il vestirsi in modo "variabile" resta la costante.

_________________
" ...a lavarla coloro l'Arno..." poi rise, maia@
"La follia è frattura, sempre." piuma n. 5


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 05/10/2008 - 09:53 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 25/09/2008 - 16:03
Messaggi: 2197
Località: la Grotta di Nereo
Hamlet.Angelo ha scritto:

ossidianarosa, mi hai fatto sorridere.
Evidenzio due punti.
La vita è tutto ed è anche fregatura ma non è solo una fregatura, questo è un punto ed è un mio pensiero.
Sorrido perchè hai usato lo stesso termine che usava dire una persona anziana con la quale mi piaceva molto parlare e, quando lo ascoltavo, dovevo necessariamente dargli ragione e fare mio quel pensiero perchè i miei pochi anni rispetto ai suoi riducevano il contenuto delle mie "paturnie" o riflessioni semplicemente per il fatto che in lui c'erano "gli anni", "il tempo" e non solo, c'era l'avvicinarsi dell'andare via per cui Lui doveva trovare un termine che sintetizzazze tutto il contenuto e il senso della vita, ecco perchè diceva "Angelo, la vita è una fregatura" malgrado avesse fatto delle cose, avesse vissuto, creato una famiglia normale, bella, rispettata e tutto il resto.
In tal senso la vita è vista una fregatura solo perchè sta andando via ed in qualche modo non vorresti e se pure accetti, vorresti aver cambiato qualcosa, sistemato qualcosa, alibi...alibi per non andare via.

Ma se guardiamo la vita come un evento a sè, esiste e basta, un eterno sorgere e tramonto del sole, non vi è alcuna "fregatura" in questo e posso garantirti che io ho un pensiero laico come pure una forma di "religiosità laica" per cui non sto facendo riferimento ad entità perfetta che ha creato qualcosa che non sia fregatura, immagino solo la vita come tempo che passa. Che fregatura c'è in questo?

Il punto è che noi ragioniamo di noi stessi immersi nella vita.
Non sarebbe forse il caso di dire, per chi ha avuto paura di vivere nel tempo, come può esserlo il sottoscritto, "Io sono una fregatura per la vita!" e non creare un pensiero generalizzante: "la vita è una fregatura"

Ma è un pensiero pericoloso, perchè se fa radice e si ramifica, si struttura, attiva tutti quei pensieri che porteranno a comportamenti "bloccanti" che renderanno la "propria" vita una fregatura semplicemente perchè ci sarà un momento in cui osservandola un pò distanti ci si accorgerà di quanto fosse stato più semplice vivere e basta, accontentandosi, sorridendo un pò di più, ridendo un pò di più, vivendo ogni emozione sapendola riconoscere innanzitutto, accettarla, viverla anch'essa, fosse stata la più pesante, la più deprimente e venire incontro agli eventi osservandoli solo come "fatti" che sono avvenuti, avvengono, avverranno. Che sia anche il dolore più grande come la gioia più grande. Eventi. Fatti.

Si, ho un pensiero distorto, spesso contorto e ti dirò che sto cercando anche di imparare la sintesi come controllo (come sto facendo ora), perchè i pensieri che ora, in questo momento ho, sono molti e mi danno l'idea che qualsiasi cosa io scrivessi non ho dato completezza a ciò che vorrei dire.


Mi piace il tuo thread e ancor di più confrontarmi con il tuo pensiero...spero che il mio "trattenermi" qui non ti dispiaccia e soprattutto non ti distragga dalla tua "autopsia".
E' curioso, anche io nel risponderti sono stata tentata di usare forse non tanto il termine vivisezionare ma sezionare: "autopsia" evoca immediatamente qualcosa di macabro che ha a che fare con la morte.
Ma il pensiero della morte non è, sotto sotto, quello al quale tutti tentiamo di sottrarci?
"La vita è ciò che ci capita quando siamo impegnati a fare altre cose": questo pensiero l'ho letto da qualche parte tanto tempo fà ed è verissimo, possiamo illuderci nel nostro programmare, decidere, fare che stiamo vivendo la nostra vita ma basta poi un imprevisto, qualcosa che non abbiamo cercato ed ecco che la Vita, quella vera, attraversa la nostra strada. Ecco perchè per "Lei" io non potrò mai essere una fregatura: non sono io che comando, è Lei, sempre e solo Lei......
Hai voglia a controllare...quando ti trovi a fare i conti con la nostra finitezza, con la nostra fragilità capisci che il controllo è solo la vana speranza di mantenere qualcosa, una inutile perdita di tempo....
Persone come noi riescono a trovare, a provare, gioia nelle più piccole cose perchè hanno provato grandi dolori e hanno imparato a vivere.
Non so se siamo tendenzialmente dei depressi ma è indubbio che la vita io la vivo come un controsenso: da un lato mi è stato insegnato che si deve accettare la realtà che la vita ha un fine (e quindi dunque perchè darsi tanto da fare?) ma dall'altro che la vita è una lotta che va vissuta e sofferta sino in fondo. E soprattutto, che niente ci viene regalato.
Non penso, poi, che il tuo sia un pensiero distorto o contorto.
E' profondo, questo sì.

_________________
* * *
“Nobody dies a virgin... Life fucks us all.” (Kurt Cobain)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 05/10/2008 - 10:06 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 25/09/2008 - 16:03
Messaggi: 2197
Località: la Grotta di Nereo
Hamlet.Angelo ha scritto:
ossidianarosa, per favore, non dire tu ai tuoi ragazzi che il tempo passa, non potrebbero capirti.


Vedi Angelo, e so che mi capirai perchè anche tu sei genitore, noi vorremmo istintivamente tenerli al riparo dal dolore e dalla sofferenza ma questo è possibile solo fino ad una certa età e comunque fino ad un certo punto. La Vita non guarda in faccia a nessuno e può succedere anche a loro d'essere presi per mano e portati su sentieri che loro devono imparare a percorrere con le proprie gambe. Noi, come genitori, possiamo solo stare al loro fianco e sostenerli. Ma anche loro devono imparare ad affrontare.
Non siamo eterni: questo dobbiamo tenerlo sempre a mente sia noi che i nostri figli.

_________________
* * *
“Nobody dies a virgin... Life fucks us all.” (Kurt Cobain)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 05/10/2008 - 11:32 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/04/2008 - 22:05
Messaggi: 701
"La vita è ciò che ci capita quando siamo impegnati a fare altre cose"

...questa frase è molto bella, esprime con semplicità proprio la "sorpresa" degli eventi, ...attenzione, degli "eventi" non della vita.
Capisco che possa considerarsi la medesima cosa ma io voglio distinguere, nel mio pensiero e nei comportamenti che ne conseguono, che la vita in sè è differente dagli eventi che accadono.
Mi serve, serve a me, potrebbe non essere vero, ma la realtà che mi creo è vera per me e di conseguenza mi comporto e creo un pensiero.
Questo può essere un controllo.
Solo un eccessivo controllo crea immobilità e questa a volte serve evitando il restarne prigionieri.

Se osservo gli eventi in questo modo mentre inevitabilmente ne veniamo sommersi (in positivo o in negativo), l'unico rischio è forse quelli di diventare indifferenti, forse cinici e recentemente mi ha sbalordito il fatto che mi sia stato detto proprio questo termine e mi ha fatto pensare molto, molto.
Eppure ci sono eventi recenti in cui davvero ho sentito indifferenza, ma ho sentito anche una cosa bellissima ossidianarosa, l'assenza del pensiero, è una cosa bellissima.
Poi ci sono eventi che mi danno emozioni forti. In me prevale l'es, non potrebbe essere altrimenti ed ho difficoltà a creare un equilibrio. Se ci provo dura poco.

Però continui a scrivere della vita come un evento che ha "corpo", io continuo a pensare che chi ha "corpo" siamo noi, quindi siamo noi che ci ammaliamo e siamo i primi germi di determinate malattie, la vita in sè è sempre sana, non bella, non brutta, normale, forse un pò strana ma sono i nostri occhi a vederla così.

Non disturbi affatto la mia autopsia, mi hai fatto ridere perchè immagino che tu mi vedi come una persona china sul pc, magari occhiali sulla punta del naso, quotidianità aperta davanti a me, io che con pinze muovo umori, comportamenti, abitudini, emozioni...sguardo serio, magari triste, forse pure un pò incazzato. Sminuzzo e taglio, nascondo e scopro...non è proprio così, mi viene da ridere, non è proprio così, non ho occhiali, non sono chino sul pc, sorrido spesso quando riporto contrasti così evidenti (vedi depressione e pulizia delle orecchie), e...e non c'è tanto da esaminare, il quotidiano è in questo istante e lo sto vivendo. Domani morirà ed io magari sarò pronto a ricavarne una parte da osservare.

Grazie per il fatto che leggi in questo spazio.

_________________
" ...a lavarla coloro l'Arno..." poi rise, maia@
"La follia è frattura, sempre." piuma n. 5


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 05/10/2008 - 11:55 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/04/2008 - 22:05
Messaggi: 701
ossidianarosa ha scritto:
Hamlet.Angelo ha scritto:
ossidianarosa, per favore, non dire tu ai tuoi ragazzi che il tempo passa, non potrebbero capirti.


Vedi Angelo, e so che mi capirai perchè anche tu sei genitore, noi vorremmo istintivamente tenerli al riparo dal dolore e dalla sofferenza ma questo è possibile solo fino ad una certa età e comunque fino ad un certo punto. La Vita non guarda in faccia a nessuno e può succedere anche a loro d'essere presi per mano e portati su sentieri che loro devono imparare a percorrere con le proprie gambe. Noi, come genitori, possiamo solo stare al loro fianco e sostenerli. Ma anche loro devono imparare ad affrontare.
Non siamo eterni: questo dobbiamo tenerlo sempre a mente sia noi che i nostri figli.


La vita non guarda in faccia a nessuno perchè non ha occhi, noi che ne siamo provvisti vediamo la vita e vogliamo oggettivizzarla, umanizzarla, ma non è forse il caso di guardare in faccia a noi stessi?

Io sono genitore adottivo, mia figlia è venuta per adozione.
Mia figlia ha già conosciuto uno dei dolori più grandi, credo sia lei che deve insegnare a me qualcosa.
Ciò che io (devo parlare al singolare necessariamente perchè parlo come papà) posso fare e parlare, non insegnare, condurre fisicamente per mano (nel gioco, nel passeggiare, nelle coccole) ma non mentalmente.
Posso osservare e controllare l'ansia senza farmene accorgere e devo dire che ci sto riuscendo benissimo osservando i risultati.
Imparo da Lei principalmente il "qui ed ora" per cui non vedo dinanzi a Lei un tappeto colorato al quale gli do il nome di vita dicendogli dove non deve inciampare, dove deve nascondere la polvere, dove deve camminare veloce, dove fermarsi, assolutamente, diciamo che viene cucita ogni giorno e nel mentre la facciamo non ci si accorge di come sia venuta.

_________________
" ...a lavarla coloro l'Arno..." poi rise, maia@
"La follia è frattura, sempre." piuma n. 5


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 05/10/2008 - 15:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 25/09/2008 - 16:03
Messaggi: 2197
Località: la Grotta di Nereo
Hamlet.Angelo ha scritto:
La vita non guarda in faccia a nessuno perchè non ha occhi, noi che ne siamo provvisti vediamo la vita e vogliamo oggettivizzarla, umanizzarla, ma non è forse il caso di guardare in faccia a noi stessi?

Io sono genitore adottivo, mia figlia è venuta per adozione.
Mia figlia ha già conosciuto uno dei dolori più grandi, credo sia lei che deve insegnare a me qualcosa.
Ciò che io (devo parlare al singolare necessariamente perchè parlo come papà) posso fare e parlare, non insegnare, condurre fisicamente per mano (nel gioco, nel passeggiare, nelle coccole) ma non mentalmente.
Posso osservare e controllare l'ansia senza farmene accorgere e devo dire che ci sto riuscendo benissimo osservando i risultati.
Imparo da Lei principalmente il "qui ed ora" per cui non vedo dinanzi a Lei un tappeto colorato al quale gli do il nome di vita dicendogli dove non deve inciampare, dove deve nascondere la polvere, dove deve camminare veloce, dove fermarsi, assolutamente, diciamo che viene cucita ogni giorno e nel mentre la facciamo non ci si accorge di come sia venuta.


Certo che sì, Angelo! E se guardarsi dentro è importante, in alcuni momenti è vitale. Ce ne sono stati alcuni durante i quali mi sono dannata l'anima e il cervello per cercare di dare un significato a ciò che mi accadeva intorno. Poi ho realizzato che niente accade per caso e che da tutto posso trarre una lezione. Dal confronto per esempio con persone orribili, con la cattiveria, con la falsità, ho imparato che così NON devo diventare. Ma la Vita deve essere per forza "umanizzata" come tu dici, altrimenti non può che travolgerci. Il che significa che dobbiamo trovare al suo interno la giusta dimensione dove ognuno di noi possa vivere bene la propria...non so se riesco a spiegarmi.

Riguardo i figli....non la penso proprio come te :roll: . Non so quanto un genitore possa imparare da loro. Fino ad una certa età sono dei "puri" che rispondono alle cose della vita con l'istinto, dandosi delle risposte con i "mezzi" che hanno a disposizione. Per noi quel tempo è passato perchè la "ragione" ne ha preso il posto.
So che loro quando sono piccoli (è un dato di fatto) ci iperscrutano e che si voglia o no, come spugne, assorbono tutto di noi.
Che si voglia o no, Angelo, anche questo non è insegnare?

Ma qui mi fermo perchè forse siamo OT e sul rapporto genitori/figli ce ne sarebbe da scrivere......

p.s.
è sempre un piacere leggerti...

_________________
* * *
“Nobody dies a virgin... Life fucks us all.” (Kurt Cobain)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 05/10/2008 - 16:41 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 20/08/2008 - 08:54
Messaggi: 8622
Località: Provvisoriamente definitiva: la terra di Arlecchino e dei Tasso
Hamlet.Angelo ha scritto:
"La vita è ciò che ci capita quando siamo impegnati a fare altre cose"

...questa frase è molto bella, esprime con semplicità proprio la "sorpresa" degli eventi, ...attenzione, degli "eventi" non della vita.
Capisco che possa considerarsi la medesima cosa ma io voglio distinguere, nel mio pensiero e nei comportamenti che ne conseguono, che la vita in sè è differente dagli eventi che accadono.
Mi serve, serve a me, potrebbe non essere vero, ma la realtà che mi creo è vera per me e di conseguenza mi comporto e creo un pensiero.
Questo può essere un controllo.
Solo un eccessivo controllo crea immobilità e questa a volte serve evitando il restarne prigionieri.

Se osservo gli eventi in questo modo mentre inevitabilmente ne veniamo sommersi (in positivo o in negativo), l'unico rischio è forse quelli di diventare indifferenti, forse cinici e recentemente mi ha sbalordito il fatto che mi sia stato detto proprio questo termine e mi ha fatto pensare molto, molto.
Eppure ci sono eventi recenti in cui davvero ho sentito indifferenza, ma ho sentito anche una cosa bellissima ossidianarosa, l'assenza del pensiero, è una cosa bellissima.
Poi ci sono eventi che mi danno emozioni forti. In me prevale l'es, non potrebbe essere altrimenti ed ho difficoltà a creare un equilibrio. Se ci provo dura poco.

Però continui a scrivere della vita come un evento che ha "corpo", io continuo a pensare che chi ha "corpo" siamo noi, quindi siamo noi che ci ammaliamo e siamo i primi germi di determinate malattie, la vita in sè è sempre sana, non bella, non brutta, normale, forse un pò strana ma sono i nostri occhi a vederla così.

Non disturbi affatto la mia autopsia, mi hai fatto ridere perchè immagino che tu mi vedi come una persona china sul pc, magari occhiali sulla punta del naso, quotidianità aperta davanti a me, io che con pinze muovo umori, comportamenti, abitudini, emozioni...sguardo serio, magari triste, forse pure un pò incazzato. Sminuzzo e taglio, nascondo e scopro...non è proprio così, mi viene da ridere, non è proprio così, non ho occhiali, non sono chino sul pc, sorrido spesso quando riporto contrasti così evidenti (vedi depressione e pulizia delle orecchie), e...e non c'è tanto da esaminare, il quotidiano è in questo istante e lo sto vivendo. Domani morirà ed io magari sarò pronto a ricavarne una parte da osservare.

Grazie per il fatto che leggi in questo spazio.


...qui si legge anche per riflettere e imparare a riflettere.

Ciò che scrivi è spunto per riflettere. Continua , ti prego...

_________________
Il cielo è come i numeri, non finisce mai.
(EmmaE detta Emmina)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 11/10/2008 - 18:07 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/04/2008 - 22:05
Messaggi: 701
Immagine

LUNEDI, MARTEDI, MERCOLEDI, GIOVEDI, VENERDI

MEDIA GIORNALIERA FISSA: 46 KM.



SABATO E DOMENICA

stabilire un valore medio è difficile a seguito di estrema variabilità dovuta a possibilità di frequenti spostamenti solitamente in una delle due giornate (difficilmente l'intero fine settimana)

VALORE MEDIO MINIMO: 60 KM
VALORE MEDIO MASSIMO: 150 KM

VARIABILI: stagione, salute, soldi, stabilità familiare, lavoro, doppio lavoro.

_________________
" ...a lavarla coloro l'Arno..." poi rise, maia@
"La follia è frattura, sempre." piuma n. 5


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 11/10/2008 - 18:22 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/04/2008 - 22:05
Messaggi: 701
Immagine

Sulle 24 ore

LUNEDI, MARTEDI, MERCOLEDI, GIOVEDI, VENERDI

SCARPE ANTIINFORTUNISTICA: 8 ore (VARIABILI: straordinari lavorativi)
DA GINNASTICA (PASSEGGIO): circa 6 ORE
PIEDI NUDI O CON CALZE: circa 10 ORE
comprensivi di:
vita in casa (nudi o calze)
nottata a letto (nudi)

PANTOFOLE: optional (non sempre condiviso)

VARIABILI: intese soprattutto per le scarpe da ginnastica sostituite da ANFIBI (neve o pioggia), STIVALI NERI (abbigliamento), SCARPE AUTUNNALI (stagionali), INFRADITO (stagionale)

_________________
" ...a lavarla coloro l'Arno..." poi rise, maia@
"La follia è frattura, sempre." piuma n. 5


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 11/10/2008 - 19:10 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/04/2008 - 22:05
Messaggi: 701
Immagine

Riferito esclusivamente al concetto comune di Amante

REALE / PRESENZA FISICA: non presente nel proprio quotidiano

IRREALE / NEL PENSIERO: non presente nel proprio quotidiano (inteso come proposito)

Assolutamente importante per il sottoscritto la suddivisione tra Amante (tradizionalmente definita) e Amore Platonico che ora vado a riportare.

_________________
" ...a lavarla coloro l'Arno..." poi rise, maia@
"La follia è frattura, sempre." piuma n. 5


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 11/10/2008 - 19:16 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/04/2008 - 22:05
Messaggi: 701
Immagine

AMORE PLATONICO: presenza costante nel pensiero quotidiano.

Considerando una sorta di esclusivismo solitamente si tratta di una sola persona fisica ed è per sempre.

Accettato nel pensiero perchè per sempre.

_________________
" ...a lavarla coloro l'Arno..." poi rise, maia@
"La follia è frattura, sempre." piuma n. 5


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 16/10/2008 - 07:36 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/04/2008 - 22:05
Messaggi: 701
Immagine

Drastica riduzione negli ultimi anni

PUB: zero volte all'anno
RISTORANTI: 5 / 6 volte l'anno
PIZZERIE: 10 volte l'anno
BAR: 100 / 120 volte l'anno
AUTOGRILL: rapportato ai viaggi, sosta fissa
DISCOTECHE: zero volte l'anno

_________________
" ...a lavarla coloro l'Arno..." poi rise, maia@
"La follia è frattura, sempre." piuma n. 5


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio:
MessaggioInviato: 25/10/2008 - 16:02 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 23/04/2008 - 22:05
Messaggi: 701
Immagine

Sensibile riduzione negli ultimi anni

GIOCHI D'AZZARDO GENERICI: nessuna presenza nel mio quotidiano
VIDEOGIOCHI D'AZZARDO GENERICI: come sopra
CASINO': come sopra
VIDEO CASINO': come sopra
VIDEOGIOCHI DA LOCALE: come sopra
VIDEOGIOCHI DA PC: come sopra
SCHEDINA CALCIO: come sopra
CAVALLI E AFFINI: come sopra
GRATTA E VINCI GENERICI: come sopra
LOTTO: molto ridotto
SUPERENALOTTO: recentemente riscoperto
SCOMMESSE GENERICHE: nessuna presenza nel mio quotidiano

VARIABILI: suggestione collettiva da premi stratosferici coinvolgono parte del mio quotidiano (recentemente si è verificato questo), periodo natalizio con mega gare di SCALA QUARANTA o PINACOLA.

_________________
" ...a lavarla coloro l'Arno..." poi rise, maia@
"La follia è frattura, sempre." piuma n. 5


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 77 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010


Politica sulla Privacy (Cookie & GDPR)