La Torre della Rosa d'Argento
https://silverrose.globalfreeforum.com/

Matti@
https://silverrose.globalfreeforum.com/viewtopic.php?f=13&t=4303
Pagina 3 di 3

Autore:  Sirio [ 17/12/2011 - 17:44 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Matti@

...questa la stampo e martedì la leggo ai piccoli e ci facciamo sotto anche un bel disegno... :)

Autore:  piuma n.5 [ 17/12/2011 - 17:54 ]
Oggetto del messaggio:  la vera storia dei dentini da latte

MyrrdinWilt ha scritto:
La vera storia di Babbo Natale.

si narra che una notte di neve, vento e freddo, un gruppo di bambini,
coperti di tutte le sciarpe trovate in casa,
si ritrovarono dietro la fontana dei giardini, ridotta alla forma di un castello trasparente,
con guglie di ghiaccio e mura dove è impossibioe inerpicarsi.
Confabulando concitati resero la decisione di ragiungere la casa di
Babbo Natale, sicuri di poter dare una mano al rubicondo vecchietto.
Incamminandosi cosi verso Nord, attraversano lande coperte di morbida neve,
chiedendo di tanto in tanto indicazioni per la strada da percorrere.
Finalmente giungono ad una casetta in mezzo al bosco:
-è troppo piccola per essere la casa di Babbo, ma forse troveremo cibo...-
propone uno dei bimbi.
Invece, come per una antica magia, appena varcata lasoglia scoprono che quella casa è senza fine: si snoda in stanze dove folletti tagliano il legno, in soppalchi dove fate sgargianti colorano giocattoli,
banchi da lavoro dove Pinocchio e Geppetto costruiscono pupazzi mentre Braccoio di Ferro carica scatoloni, aiutato da un Bruto sorridente e gentile...
che meraviglia incredibile: mai pensavano fosse una cosa cosi! in breve si trovano in mezzo al lavoro: spingono carrelli, stringono pacchi, cuciono bambole, lavano macchinine, salutano Topolino...

ma...in tutto quel trambusto vige un ordine preciso:
ognuno aiuta il vicino senza nulla chiedere. ognuno fa il suo dovere col sorriso, senza mai intralciare o disturbare. e si divertono pure!!

finalmente i sacchi di doni sono pronti, e i piccoli lavoranti si accasciano a terra stanchi...
ma...e...Babbo Natale...dov'è?..

Lo sguardo curioso dei nostri avventurieri esplora la stanza, cercando la grossa, tonda e rossa figura...quando all'improvviso...una musica arrva dall'esterno.
Subito uno gnomo apre la porta, e agi occhi dei presenti una sfilza di Babbo Natale entra canticchiando, ridendo, chiaccherando gioioso.Paralano molte lingue diverse...francese, tedesco, spagnolo, russo!! ce ne son anche due dalla pelle scura come la notte senza stelle, e la loro barba bianca risalta come un abbaraccio inaspettato!

ma lo gnomo spiega ai bambini che purtroppo non ci sono ancora tutti...ci son dei posti dove l'uomo non permette a Babbo Natale di muoversi, di andare...ci sono le guerre e le invidie, la fame e le malattie...
e soprattutto...l'egoismo.

i bambini assistono esterefatti all'esplosione di gioia che invade il luogo, e quando le slitte sono pronte, ognuno prende posto vicino a un gaudente distributore, il quale, con la sua classica risata, da il via al lungo viaggio, che li porterà a destinazione proprio la notte di Natale.

E' cosi che i Bambini scoprono che Babbo Natale vive, ed è sempre esistito.
Siamo noi, cancellando dalla mente la fantasia, spegnendo nello spirito la voglia di ridere, chiudendo le porte del nostro cuore all'altruismo e alla generosità, che lo abbiamo ucciso.
Con la nostra indifferenza, la nostra fretta di chissa cosa, il nostro voler primeggiare su chi...
Babbo Natale vive! nei cuori di chi, con un sorriso, con una canzone, con un gesto, ti ricorda che è cosi facile essere buoni.

Buon Natale a tutti.

MW

video allegato

ho risolto il problema, per quest'anno, con largo anticipo: mi hanno chiesto se avevo preparato tutti i regali: ho risposto, mentendo, di sì
e non è questione di sincerità o di intimità, di preparare un regalo per primo o per ultimo
dobbiamo sempre lasciare spazio a quello più bello, più sentito: a ciò che si aspettano da noi :o

Autore:  giuditta [ 20/12/2011 - 06:28 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Matti@

MyrrdinWilt ha scritto:
La vera storia di Babbo Natale.

si narra che una notte di neve, vento e freddo, un gruppo di bambini,
coperti di tutte le sciarpe trovate in casa,
si ritrovarono dietro la fontana dei giardini, ridotta alla forma di un castello trasparente,
con guglie di ghiaccio e mura dove è impossibioe inerpicarsi.
Confabulando concitati resero la decisione di ragiungere la casa di
Babbo Natale, sicuri di poter dare una mano al rubicondo vecchietto.
Incamminandosi cosi verso Nord, attraversano lande coperte di morbida neve,
chiedendo di tanto in tanto indicazioni per la strada da percorrere.
Finalmente giungono ad una casetta in mezzo al bosco:
-è troppo piccola per essere la casa di Babbo, ma forse troveremo cibo...-
propone uno dei bimbi.
Invece, come per una antica magia, appena varcata lasoglia scoprono che quella casa è senza fine: si snoda in stanze dove folletti tagliano il legno, in soppalchi dove fate sgargianti colorano giocattoli,
banchi da lavoro dove Pinocchio e Geppetto costruiscono pupazzi mentre Braccoio di Ferro carica scatoloni, aiutato da un Bruto sorridente e gentile...
che meraviglia incredibile: mai pensavano fosse una cosa cosi! in breve si trovano in mezzo al lavoro: spingono carrelli, stringono pacchi, cuciono bambole, lavano macchinine, salutano Topolino...

ma...in tutto quel trambusto vige un ordine preciso:
ognuno aiuta il vicino senza nulla chiedere. ognuno fa il suo dovere col sorriso, senza mai intralciare o disturbare. e si divertono pure!!

finalmente i sacchi di doni sono pronti, e i piccoli lavoranti si accasciano a terra stanchi...
ma...e...Babbo Natale...dov'è?..

Lo sguardo curioso dei nostri avventurieri esplora la stanza, cercando la grossa, tonda e rossa figura...quando all'improvviso...una musica arrva dall'esterno.
Subito uno gnomo apre la porta, e agi occhi dei presenti una sfilza di Babbo Natale entra canticchiando, ridendo, chiaccherando gioioso.Paralano molte lingue diverse...francese, tedesco, spagnolo, russo!! ce ne son anche due dalla pelle scura come la notte senza stelle, e la loro barba bianca risalta come un abbaraccio inaspettato!

ma lo gnomo spiega ai bambini che purtroppo non ci sono ancora tutti...ci son dei posti dove l'uomo non permette a Babbo Natale di muoversi, di andare...ci sono le guerre e le invidie, la fame e le malattie...
e soprattutto...l'egoismo.

i bambini assistono esterefatti all'esplosione di gioia che invade il luogo, e quando le slitte sono pronte, ognuno prende posto vicino a un gaudente distributore, il quale, con la sua classica risata, da il via al lungo viaggio, che li porterà a destinazione proprio la notte di Natale.

E' cosi che i Bambini scoprono che Babbo Natale vive, ed è sempre esistito.
Siamo noi, cancellando dalla mente la fantasia, spegnendo nello spirito la voglia di ridere, chiudendo le porte del nostro cuore all'altruismo e alla generosità, che lo abbiamo ucciso.
Con la nostra indifferenza, la nostra fretta di chissa cosa, il nostro voler primeggiare su chi...
Babbo Natale vive! nei cuori di chi, con un sorriso, con una canzone, con un gesto, ti ricorda che è cosi facile essere buoni.

Buon Natale a tutti.

MW

video allegato


ah, fosse così! bellissimo Mattia, cuccioloso e tenero! :D
(dagli un bacione da parte mia...)

Autore:  MyrrdinWilt [ 20/12/2011 - 13:17 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Matti@

...beato lui...

Autore:  MyrrdinWilt [ 26/12/2013 - 22:01 ]
Oggetto del messaggio:  Re: Matti@

sono passati due anni.
millemila cose son cambiate, alcune in peggio.
altre in meglio.
giornalmente la guerra scandisce le ore...
-Mattia, vieni a cena con papà?...
-se non vengo la mamma mi fa la torta...
ha iniziato, con gran coraggio, la prima media.
e la realtà gli sta saltando addosso, implacabile,....

http://www.youtube.com/watch?v=8pgG2lDl11k

Pagina 3 di 3 Tutti gli orari sono UTC [ ora legale ]
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
https://www.phpbb.com/